Azienda

Nel 1993 la Comecer, nell’ambito di un accordo di collaborazione tecnica con l’ENEA, istituì presso la propria sede un Centro di taratura per gli strumenti che misurano le radiazioni ionizzanti. Nel luglio dello stesso anno, SIT (Servizio Italiano di Taratura) ha accreditato il Centro di taratura nominandolo “Comecer Centro di taratura n. 65”.

Sede vecchia del centro di taratura

Dal 2011, in seguito alla riorganizzazione nazionale della taratura, il Centro di taratura Comecer è accreditato da Accredia ed è nominato LAT 065.

Sede Centro di Taratura Comecer

L’attività svolta è inerente all’emissione di certificati di taratura per complessi di misura (costituiti da elettrometri, camere a ionizzazione, radiametri) e dosimetri passivi che misurano le grandezze dell’Esposizione, del Kerma in aria e dell’Equivalente di dose. Il Centro di taratura LAT 065 certifica anche i dispositivi prodotti e installati nelle macchine di produzione COMECER S.P.A. utilizzati per il monitoraggio delle radiazioni ionizzanti.

I certificati di taratura garantiscono l’utilizzatore dello strumento alla conformità delle direttive Euratom recepite dai d.lgs. 230/95 e d.lgs. n. 241/00 relative all’obbligo della taratura periodica degli strumenti. La qualità della misura effettuata dagli strumenti è assicurata dalla loro periodica taratura presso un Centro di Metrologia riconosciuto dall’Ente di Accreditamento italiano (Accredia).

Interno del Centro di Taratura Comecer

Negli anni, Comecer ha ampliato i propri servizi rilasciando Rapporti di Taratura Comecer (non accreditati da Accredia) relativi alle grandezze Attività, kiloVolt e tempo di irradiazione (per impianti rx).

I servizi del Centro di taratura Comecer sono usufruiti dalla maggior parte degli Enti Ospedalieri, Laboratori Analisi, Laboratori di Dosimetria, Enti di Ricerca, Aziende per Controlli non Distruttivi, Aziende per trattamento e smaltimento rifiuti radioattivi, Esperti Qualificati, Enti pubblici e privati sottoposti a sorveglianza radiometrica sui materiali, Ditte private per caratterizzazione materiali per indumenti protettivi dalle radiazioni (guanti, grembiuli, tende piombifere) presenti sul territorio Nazionale.