Radiametri

Dosimetri o radiametri

Questi strumenti, utilizzati per la misura delle radiazioni ionizzanti, possono avere il sensore integrato o essere composti da una elettronica (elettrometro) collegabile a varie sonde esterne.

Le varie tipologie di sonde possono essere impiegate sia internamente ai radiametri, sia esternamente.
Le tipologie di sonde maggiormente utilizzate nel settore della misura delle radiazioni ionizzanti sono così denominate:

  • Camere a ionizzazione – elevata linearità di risposta al variare dell’energia e dell’intensità della radiazione, sono indicate per la misura delle grandezze Esposizione, kerma in aria ed Equivalente di dose
  • Geiger – ridotta linearità di risposta al variare dell’energia e dell’intensità della radiazione, sono utilizzati per le misure effettuabili con le camere a ionizzazione, ma anche per la misura della grandezza Attività
  • Scintillatori – ridotta linearità di risposta in energia, sono utilizzati prevalentemente per la misura delle basse intensità di misura sia della grandezza kerma in aria e sia della grandezza Attività
  • Fotodiodi – scarsa linearità di risposta all’energia, vengono utilizzati nella costruzione dei multimetri utilizzati per i controlli di qualità delle macchine radiogene relativamente alla misura delle grandezze kerma in aria, kilovolt e tempo.

Ambiti di impiego

I complessi di misura sono utilizzati nei più svariati campi, dalla medicina all’industria; in generale, ovunque ci sia la necessità di effettuare una misura di radiazioni ionizzanti.

Taratura e certificazione

Il Centro di taratura Comecer effettua la taratura degli strumenti sopracitati utilizzando dei fasci di riferimento X e delle sorgenti radioattive conformi alle normative ISO 4037, BIPM 1972, IEC 61267.

La verifica della strumentazione avviene con rilascio di certificato di taratura nel quale è indicato il fattore correttivo da applicare allo strumento.

Tempistica consigliata

Sebbene non sia ancora stato emesso un chiaro documento relativo alla periodicità delle tarature, Comecer consiglia agli utilizzatori una frequenza annuale o biennale nei casi in cui lo strumento viene utilizzato poco (non più di due volte al mese) o se si possiedono strumenti simili in maniera da tararli alternativamente.

Richiesta preventivo per strumenti mai tarati presso il Centro di taratura Comecer

Questo modulo di richiesta di preventivo è riservato a coloro, clienti nuovi o acquisiti, che desiderano sottoporre alla taratura uno strumento mai tarato presso il Centro di taratura Comecer.

Il preventivo va restituito firmato e timbrato per accettazione al momento dell’invio degli strumenti.

I campi contrassegnati da asterisco (*) sono obbligatori.
Dati per la fatturazione
Dati del referente aziendale
Dati dell'intestatario del certificato
Compilare solo se diversi dai dati per la fatturazione
Dati dello strumento soggetto a taratura
Privacy Policy
Ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/2003 la informiamo che i dati personali che ha appena inserito saranno trattati nel pieno rispetto di tale legge. Selezionando "Acconsento" esprime il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali da parte di Comecer SpA. Prima di procedere leggere attentamente la nostra privacy policy.
 

Hai già tarato i tuoi strumenti presso il nostro Centro di taratura?

Per poter compilare questo modulo semplificato ti occorre il preventivo rilasciato in occasione della precedente taratura.

Hai già ricevuto il preventivo e vuoi prenotare una taratura?